Dimensionamento scolastico, Salomoni: “Solo tagli, servono investimenti”.

“La scuola non ha bisogno di tagli, ma di investimenti. Il Governo ci ha chiamato, con molto ritardo, a condividere lo schema di decreto sulla riorganizzazione della rete scolastica. Non lo condividiamo, così come non lo hanno condiviso Campania, Puglia, Sardegna e Toscana. Abbiamo in media il numero più alto di studenti per scuola d’Italia, oltre 1.000, in violazione della norma che loro stessi hanno fatto. Chiederci di ‘efficientare’ ancora un sistema scolastico già razionalizzato in passato, è irricevibile. Tanto più in questo momento, dove siamo impegnati a fronteggiare un’emergenza devastante”.

Così l’assessora regionale alla Scuola della Regione Emilia Romagna, Paola Salomoni, ha commentato lo schema di decreto di riorganizzazione della rete scolastica avanzato dal Governo, su suggerimento dell’Unione europea. Un piano criticato, recentemente, anche dall’esponente della Giunta Solinas, Andrea Biancareddu.

LEGGI ANCHE:  Eugenio Lai (LeU): “Gravissimo atto discriminatorio dell’AIAS nei confronti di una lavoratrice, licenziata in seguito alla comunicazione del suo stato di gravidanza”.

“Le nostre scuole- chiude l’assessora Salomoni- hanno bisogno di maggior presenza dei Dirigenti Scolastici e dei DSGA per ripartire, ancor più in montagna e nelle zone appenniniche colpite duramente dall’alluvione. Altro che tagli”.