Da lunedì Sardegna in arancione, Antonello Peru: “Passaggio completamente privo di senso”.

“È completamente privo di senso il passaggio della Sardegna da zona bianca a zona arancione, deciso con la solita lettura burocratica dei dati che rende del tutto simili il nuovo governo Draghi ed il precedente esecutivo Conte”. Così il consigliere regionale del gruppo UDC-Cambiamo! Antonello Peru ha commentato oggi il passaggio della Sardegna in arancione.

“Avevamo pensato e sperato, con l’arrivo del nuovo Esecutivo, in un cambio di passo che invece non c’è stato. Cambiano gli attori ma il copione resta lo stesso e noi sardi lo stiamo purtroppo subendo sulla nostra pelle. Le decisioni – ricorda Peru – continuano a non essere assunte con criteri di buon senso e da un giorno all’altro, con numeri sempre bassi, ci ritroviamo in zona arancione e prossimi alla zona rossa delle festività pasquali”.

LEGGI ANCHE:  Covid-19: in arancione Abruzzo, Liguria, Toscana e Provincia autonoma di Trento.

Zona bianca vanificata da un incomprensibile algoritmo, tuona l’esponente della maggioranza: “In questi pochi giorni abbiamo continuato a meritare questo piccolo grande traguardo che ci ha fatto assaporare un po’ di ritrovata normalità e libertà. E ora questo passaggio in zona arancione si traduce in nuove chiusure che rischiano di dare un colpo mortale alle nostre attività produttive. Una delusione totale e su tutti i fronti, soprattutto per noi di Cambiamo! che a tutti i livelli avevamo accolto con grande fiducia e riposto tante speranze in questo nuovo Governo”. 

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata