Condividi

Giuseppe Dessena

La Sardegna avrà dal Governo 11milioni 158mila euro per le borse di studio universitarie 2017, pari al 47% in più rispetto al 2016, in cui erano stati assegnati all’Isola 7milioni 147mila euro. Si tratta di una quota premiale da parte dello Stato per le Regioni che investono maggiormente nel diritto allo Studio. E’ di ieri, infatti, il parere favorevole della Conferenza Stato Regioni al riparto dei finanziamenti 2017 del Fis (fondo integrativo statale), con un investimento importante e strategico, sul diritto allo studio: 9 milioni in totale, di cui 3 di risorse regionali e 6 provenienti dai Fondi Por Fse 2014/2020 (anno accademico 2016/2017).

“E’ un risultato molto importante del quale possiamo dirci davvero soddisfatti - ha commentato l’assessore della Pubblica Istruzione Giuseppe Dessena – . Le risorse che abbiamo destinato alle borse negli ultimi anni accademici ci hanno permesso di soddisfare la totalità delle richieste degli studenti idonei. E quest’anno abbiamo fatto ulteriori grandi passi in avanti: nel Bilancio 2018 abbiamo 13 milioni di euro per le borse, con un incremento di ben 10milioni rispetto allo scorso anno. Questo consentirà di ampliare la platea degli studenti che beneficeranno della borsa di studio, garantendo non solo il fondamentale diritto allo studio, ma cercando – anche con questa misura - di aggredire ulteriormente la dispersione universitaria”.

Go to top