Covid-19, le misure della Commissione europea per le prossime 2 stagioni.

La Commissione europea, nel corso della sua ultima riunione, ha proposto agli Stati membri dell’UE nuove misure per evitare una nuova impennata di casi di Covid-19 nella prossima stagione autunnale e invernale. Nel documento la Commissione ha esortato i Paesi UE a mettere in atto le strategie e le strutture necessarie, anche per la vaccinazione e la sorveglianza del Covid-19. 

L’ondata estiva di Covid-19, infatti, guidata da Omicron BA.4 e BA.5, ha mostrato che la pandemia non è ancora finita poiché il virus continua a circolare in Europa e oltre.

Per la vicepresidente per la promozione dello stile di vita europeo, Margaritis Schinas “gli ultimi due anni hanno preparato l’UE ad affrontare un’altra ondata di Covid-19 ma saranno le nostre azioni a determinare il futuro della pandemia e il livello di immunità tra la popolazione. Gli Stati membri dovrebbero continuare a coordinare gli sforzi di preparazione in tutta l’UE, prima della prossima ondata e dell’ulteriore introduzione dei programmi di vaccinazione. Agire ora – prosegue – limiterà la pressione sui sistemi sanitari e contraccolpi per il settore produttivo”.

LEGGI ANCHE:  Bambini/e in Ucraina, Unicef: "Minaccia per la vita di 7,5 milioni".

Tra le indicazioni della Commissione la proposta di assorbimento del vaccino durante il ciclo di vaccinazione primaria e la prima dose di richiamo tra i soggetti idonei; priorità alla somministrazione di una dose di richiamo aggiuntiva per specifici gruppi di popolazione, in particolare per le persone di età pari o superiore a 60 anni e altri soggetti fragili; combinare le campagne di vaccinazione contro il Covid-19 e l’influenza; garantire una comunicazione chiara ai cittadini sui benefici della vaccinazione; sviluppare strategie vaccinali nazionali chiarendo quali vaccini , compresi i vaccini nuovi e adattati, dovrebbero essere somministrati a quali gruppi di popolazione.

Il 1° settembre, ancora, sulla base della raccomandazione dell’Agenzia europea per i medicinali, la Commissione ha autorizzato i vaccini omcron adattati di BioNTech Pfizer e Moderna nell’UE. 

LEGGI ANCHE:  Covid, raddoppiate le vaccinazioni nell'Isola.

“È importante che tutti gli Stati membri siano pronti a reintrodurre misure di sanità pubblica basate su soglie chiare – ricordano ancora dalla Commissione -. Eventuali misure attuate nelle scuole dovrebbero essere adattate al contesto educativo e alla fascia di età e mantenute al minimo per prevenire qualsiasi interruzione dell’istruzione”.

Gli Stati membri sono inoltre incoraggiati a unire le forze per migliorare la formazione del personale sanitario. Inoltre, gli sforzi continui per facilitare la libera circolazione nell’UE rimangono fondamentali, sia per le persone che per le merci. Nel contesto dei viaggi da Paesi terzi, invece, la Commissione intende proporre a breve una revisione della pertinente raccomandazione del Consiglio, al fine di tenere conto della mutata situazione epidemiologica, dell’aumento delle vaccinazioni in tutto il mondo e degli sviluppi dei requisiti di ingresso negli Stati membri.

LEGGI ANCHE:  Covid, la denuncia dei Progressisti: "La Giunta mette a rischio la salute di tutti".

foto Eric Vidal Copyright: © European Union 2021 – Source : EPestager