Consiglio dei ministri. Le nuove disposizioni sul prezzo dei carburanti.

Il Consiglio dei ministri ha appena approvato un nuovo decreto-legge introducendo misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti.  In considerazione del perdurare degli effetti economici derivanti dall’incremento dei costi energetici, a decorrere dal 3 maggio 2022 e fino all’8 luglio 2022, sono ridefinite le aliquote di accisa dei prodotti energetici.

Per la benzina la nuova misura prevede un’accisa di 478,40 euro ogni mille litri, mentre per oli da gas o gasolio usato come carburante circa 367,40 euro. Per il GPL e il gas naturale usato per autotrazione il Cdm ha ridefinito l’aliquota, rispettivamente, a 182,61 euro per mille chilogrammi e a zero euro per metro cubo.

LEGGI ANCHE:  Crisi in Ucraina, le misure del Consiglio dei ministri.

Da domani e fino all’8 luglio, infine, l’aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5%. 

foto Governo.it licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT