Conferenza sul futuro dell’UE. Continuano i preparativi per la Giornata dell’Europa.

Durante la terza riunione di giovedì 22 aprile, il comitato esecutivo sulla Conferenza sul futuro dell’UE, ha approvato la bozza del programma dell’evento, che si terrà in concomitanza con la Giornata dell’Europa, in programma il prossimo 9 maggio.

L’evento sarà trasmesso in diretta e vedrà la partecipazione a distanza di cittadini e gli interventi dei Presidenti delle tre istituzioni UE. Nel merito del coinvolgimento dei cittadini nella piattaforma dedicata alla Conferenza sul Futuro dell’Europa, i rappresentanti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione hanno approvato il regolamento interno della Conferenza, secondo il quale ad ogni incontro potranno partecipare 200 cittadini e sarà garantita l’inclusione di almeno una donna e un uomo per ogni Stato membro. I cittadini, ancora, saranno scelti a sorte per creare dei gruppi rappresentativi della diversità dell’UE per origine geografica, genere, età, background socioeconomico e livello di istruzione. Spazio anche ai giovani tra i 16 e i 25 anni che dovranno essere rappresentati per almeno un terzo in ogni gruppo.

LEGGI ANCHE:  Conferenza sul futuro dell'Europa, l'Uniss partner tecnico italiano dello Europe’s People Forum.

Regolamento che per il co-presidente del comitato esecutivo per il Parlamento Guy Verhofstadt “preparerà il terreno per ottenere la massima interazione possibile tra i due blocchi di partenza della Conferenza: la piattaforma e gli incontri dei cittadini. Il prossimo passo è quello di istituire la plenaria per riflettere la diversità di opinioni presenti in Europa e accogliere le idee e i suggerimenti dei cittadini, da cui dipende il successo della Conferenza”.

Guy Verhofstadt, foto European Unione, 2021 EC-Audiovisual Service / Aurore Martignoni
Guy Verhofstadt, foto European Unione, 2021 EC-Audiovisual Service / Aurore Martignoni

Per la Segretaria di Stato portoghese per gli Affari UE, e co-presidente per la Presidenza del Consiglio dell’UE, Ana Paula Zacarias: “Il livello di partecipazione alla piattaforma digitale della Conferenza negli ultimi giorni è stato davvero impressionante. I cittadini stanno rispondendo alla nostra richiesta di partecipazione ed è il momento di fare un passo avanti e far partire la Conferenza”.

LEGGI ANCHE:  Transizione verde in Europa: la Commissione investe 1,5 miliardi di euro in progetti innovativi nel campo delle tecnologie pulite.

Parere condiviso dalla Vicepresidente della Commissione per la democrazia e la demografia e co-presidente Dubravka Šuica: “Questa Conferenza è incentrata sul coinvolgimento e la responsabilizzazione dei cittadini. Sono loro a essere in primo piano in tutte le nostre riflessioni sulla Conferenza. Che siano a favore dell’Europa o scettici, vogliamo ascoltarli, in modo da poter rispondere alle loro preoccupazioni”.

foto European Unione, 2021 EC-Audiovisual Service / Aurore Martignoni