Certificato COVID digitale dell’UE: l’UE lancia una nuova funzione di revoca.

Oggi la Commissione europea ha adottato un nuovo dispositivo nell’UE, capace di revocare i certificati Covid digitali fraudolenti o errati. Con questa misura, una volta revocato un certificato in uno Stato membro, risulterà non valido anche negli altri Stati membri.

Da quando il sistema di certificati digitali Covid dell’UE è stato avviato nel luglio 2021, sono stati emessi oltre 1,7 miliardi di certificati. Grazie al suo ruolo nell’aiutare a revocare le restrizioni di viaggio, i certificati dell’UE sono talvolta diventati un bersaglio per i truffatori, ma il numero complessivo di certificati emessi in modo fraudolento o errato rimane molto basso, hanno confermato nell’occasione i funzionari della Commissione europea.

LEGGI ANCHE:  Erasmus, David McAllister (PPE): "Programma ancora poco accessibile per i giovani".

Sebbene diversi Stati membri abbiano già adottato sistemi di revoca a livello nazionale, il nuovo sistema a livello dell’UE consentirà la revoca transfrontaliera sicura ed efficiente tramite il gateway dell’UE. Questo miglioramento dovrebbe rafforzare ulteriormente la fiducia nel sistema di certificati digitali Covid dell’UE.