Cagliari No Limits, Gianni Chessa: “Sport, turismo e inclusione sociale”.

Lo sport quale strumento di riconoscimento sociale e gratificazione per le persone colpite da disabilità cognitiva e relazionale. È il messaggio di Cagliari No Limits 2021, manifestazione giunta alla sua settima edizione in programma dal 20 al 24 giugno a Cagliari, presentata questa mattina nella sede dell’Assessorato Regionale del Turismo.

“È importante – ha ricordato l’assessore Gianni Chessa – che anche il settore turistico incontri nelle azioni di governo la sua parte più nobile, ovvero quella relativa all’inclusione sociale. Lo sport, unito all’integrazione sociale e al gemellaggio con le altre regioni, rappresenta una crescita per chi ne fa esperienza ma anche per i territori ospitanti. Il connubio di inclusione sociale, sport e turismo è la chiave per rendere la Sardegna sempre più protagonista in Italia. La nostra mission – conclude Chessa – è rendere la Sardegna l’isola dello sport e dei grandi eventi”.

LEGGI ANCHE:  Vaccinazione: la beffa dei "non fragilissimi". In coda per nulla.

Cagliari No Limits, come ricordato dal presidente dell’Asd Olimpia Onlus, Carlo Mascia, ospiterà in Sardegna 110 atleti colpiti da disabilità intellettiva e la manifestazione prenderà il suo avvio lunedì 21 giugno con il torneo di Calcio presso il centro sportivo Ossigeno di viale Cimitero a Cagliari.