Cagliari: Daspo urbano per un 22enne.

Ha 22 anni il giovane cagliaritano destinatario dell’ultimo D.AC.UR., ovvero il divieto di accesso alle aree urbane, detto anche Daspo urbano, emesso dal Questore di  Cagliari. Una decisione, ricordano dalla Questura, dovuta per l’aggressione dello scorso 1° maggio in via Venturi consumatasi tra una coppia di ragazzi all’esterno di una discoteca.

Nell’occasione il 22enne avrebbe minacciato una ragazza puntandole un coltello alla gola per avere il suo telefonino. Da qui l’intervento degli agenti e, al termine degli accertamenti, la denuncia all’Autorità Giudiziaria per i reati di minaccia, di cui all’art. 612 c.p. con l’aggravante di cui all’art. 339 c.p. in quanto i fatti erano avvenuti in luogo pubblico, nonché di porto abusivo di armi od oggetti atti a offendere, di cui all’art. 4 Legge 18 aprile 1975 n. 110.

LEGGI ANCHE:  Pratosardo, Andrea Soddu: "Da Regione immobilismo inaccettabile".

Al termine dell’istruttoria della locale Divisione Polizia Anticrimine è stata quindi adottata la misura di prevenzione  DACUR che impone al 22enne il divieto, per la durata di anni 1, di accedere –  dalle ore 18.00 alle ore 07.00 – a sette pubblici esercizi e locali di pubblico trattenimento esistenti nella stessa zona,nonché il divieto di stazionamento nelle immediate vicinanze.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata