Borse Marie Skłodowska-Curie: oltre 260 milioni per i ricercatori europei.

Oggi la Commissione europea ha aperto un nuovo invito a candidarsi per le borse di studio post dottorato delle azioni Marie Skłodowska-Curie (MSCA) 2023.

Con una dotazione di 260,5 milioni di €, le borse garantiranno nuove possibilità di mobilità internazionale, interdisciplinare e intersettoriale. L’invito consentirà inoltre a università prestigiose, centri di ricerca, organizzazioni pubbliche e private, e medie imprese in tutto il mondo di attrarre ricercatori di talento.

“Le borse di studio post-dottorato Marie Skłodowska-Curie offrono un’occasione unica ai ricercatori post-dottorato che desiderano espandere i loro orizzonti e migliorare le loro opportunità sul mercato del lavoro e prospettive di carriera”, ha dichiarato Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani.

Le borse di studio post-dottorato si articolano in due filoni: le borse europee sono rivolte a ricercatori di qualsiasi nazionalità interessati a realizzare un progetto personalizzato nell’UE o nei Paesi associati a Orizzonte Europa, mentre le borse globali sono destinate a cittadini europei, o soggiornanti di lungo periodo dell’UE, propensi a prestare la propria opera all’interno di organizzazioni al di fuori dell’UE.

LEGGI ANCHE:  Carenza di personale, Zambelli: "In calo nel settore terziario".

L’invito, ricordano dalla Commissione europea, scadrà il 13 settembre 2023 e dovrebbe finanziare oltre 1 200 progetti.

Foto Jennifer Jacquemart Copyright European Union, 2021 Source: EC – Audiovisual Service