Be, il nuovo canale TV dedicato al Terzo settore.

“Questo canale ha il grande merito di promuovere e raccontare le tante storie di coraggio, tenacia e perseveranza degli atleti paralimpici e al tempo stesso rende grazie al mondo dell’associazionismo e del volontariato che gravita intorno a questi ragazzi e alle loro famiglie, grande risorsa della nostra regione e vero cuore lombardo, a cui non sempre le istituzioni da sole riescono a dare in modo adeguato il giusto e necessario sostegno. Il progetto BE ha una responsabilità importante e a chi ha deciso di investire e credere in questo percorso va sicuramente la nostra gratitudine”.  

Lo ha sottolineato il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi che ha preso parte alla conferenza stampa di presentazione di BE, il nuovo canale TV dedicato al mondo paralimpico sportivo e al Terzo settore.

LEGGI ANCHE:  Lavoro, l'85% dei giovani pronto per il terzo settore.

Il progetto BE prevede la creazione di un network interamente dedicato al mondo della disabilità e al Terzo Settore. In tal senso è stata predisposta una piattaforma crossmediale, che prevede l’integrazione tra TV lineare (attraverso la presenza dei contenuti principali sui canali satellitari Mediasport Group, MS Channel Sky 814 & Tivusat 54 e sul canale digitale terrestre MS Sport) e OTT Web, con l’obiettivo di accogliere, sostenere e diffondere le iniziative non profit e le loro attività. Allo stesso tempo BE si propone come il punto di riferimento nell’informazione rivolta ai disabili, alle loro famiglie e ai loro assistenti.

In particolare la programmazione televisiva, strutturata senza sosta sulle 24 ore giornaliere, privilegerà la messa in onda di interviste, gare e storie dei protagonisti dello sport paralimpico, da quelli più noti, che hanno portato lustro all’Italia a livello mondiale, a quelli delle periferie, delle piccole realtà provinciali, ovvero tutti coloro che, attraverso lo sport, hanno potuto ritrovare nuova vita dopo malattie o incidenti.

LEGGI ANCHE:  Capitale Italiana della Cultura 2022: Carbonia tra le 28 candidate.