Aou Sassari: “Il decadimento cognitivo si può prevenire”.

Perdita della memoria a breve termine, difficoltà di concentrazione, problemi nel ricordare ciò che è stato fatto due o tre giorni prima, dimenticare dove si sono lasciate le chiavi o scordare l’appuntamento con il medico. Sono questi i primi sintomi del decadimento cognitivo che possono manifestarsi abbastanza presto e anche subito dopo i 50 anni.

Un campanello d’allarme che di sicuro non va sottovalutato ma che si può prevenire. Per questo la Clinica psichiatrica dell’Aou di Sassari in collaborazione con il Cnr (Centro nazionale di ricerca) ha promosso alcune giornate di screening gratuito durante il mese di luglio. Le persone con un’età superiore ai 50 anni che hanno incontrato qualche difficoltà nel ricordare, o hanno problemi di concentrazione sul lavoro potranno quindi fare un controllo della memoria negli ambulatori della Clinica nel villaggio San Camillo.

LEGGI ANCHE:  Covid-19, Aou Sassari: "Oggi è il giorno zero"

“I primi sintomi di deterioramento cognitivo a volte emergono subito dopo i 50 anni e si manifestano talvolta con dei lievi cambiamenti nelle principali attività quotidiane e di cui la stessa persona si rende conto”, ha spiegato Alessandra Nivoli, responsabile della Clinica psichiatrica dell’Aou di Sassari.