Al via la Sartiglia 2022.

Fra innovazione e tradizione anche quest’anno la città accompagnerà la Sartiglia con una serie di appuntamenti collaterali che faranno da importante cornice alla manifestazione principe che, seppure in forma ridotta, rinnova la plurisecolare tradizione carnevalesca.

Il programma prevede appuntamenti da giovedì 24 febbraio a martedì 1° marzo: “La Sartiglia, pur nella forma ridotta decisa unanimemente dal Comune, dalla Fondazione Oristano, dall’Istituzione Sa Sartiglia, dai Gremi e dai Cavalieri, rimane il momento più importante del programma del carnevale 2022 – spiega il Sindaco e Presidente della Fondazione Oristano Andrea Lutzu -. Accanto all’evento clou, però, abbiamo voluto proporre tanti altri appuntamenti che animeranno la città. L’emergenza sanitaria però non è superata e confidiamo confidando nel senso di responsabilità di tutti per vivere con intelligenza e prudenza questi giorni di festa”.

LEGGI ANCHE:  Oristano: riaprono i principali siti culturali

Il programma della Sartiglia 2022

“Dopo il blocco totale del 2021, quest’anno riusciamo a proporre iniziative che dovranno essere vissute in allegria ma con giudizio, attenzione e nel rispetto delle disposizioni contro la pandemia – prosegue l’Assessore Massimiliano Sanna -. Il programma arriva all’ultimo momento ed è ancora condizionato dalla pandemia, ma crediamo ci siano le condizioni per festeggiare il carnevale in sicurezza. Partiamo giovedì grasso con la Zippolata realizzata in collaborazione con la Pro loco, con la distribuzione delle zippole realizzate da pasticcerie oristanesi in piazza Eleonora e piazza Roma, e l’animazione itinerante per il centro storico, mentre venerdì al Foro boario sarà proposto un laboratorio sui cavallini di canna e all’Hospitalis Sancti Antoni un amarcord di Sartiglia con immagini e testimonianze sulla giostra equestre di ieri e di oggi. Sabato ricorderemo una persona a noi cara che tanto si è spesa per il Comune e per la Sartiglia: Lina Casu che è mancata alcuni anni fa, la cui famiglia ha voluto donare al Centro di Documentazione della Sartiglia, i cimeli sulla giostra raccolti in tanti anni di appassionato lavoro. Sempre sabato all’Antiquarium Arborense sarà inaugurata la mostra “Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, dall’Odissea all’Orlando Furioso”, memorie archeologiche e letterarie, sulla maestria di cavalieri impegnati in acrobatiche esibizioni; dalla corsa spericolata di un cavaliere nuragico alle giostre del Medioevo nei Comuni d’Italia. Domenica e martedì spazio alla Sartiglia con le vestizioni, il corteo dei cavalieri, la benedizione e l’incrocio delle spade che sarà trasmessa in diretta televisiva e sul web, ma anche all’ormai tradizionale annullo filatelico al Centro di Documentazione Sartiglia in via Eleonora 15”.

LEGGI ANCHE:  Al via la 26esima edizione del festival "Echi lontani".

“Fanno da corollario anche i concorsi abbinati alla giostra – conclude l’Assessore Sanna -. Emozioni di Sartiglia quest’anno è dedicato al disegno e alla poesia e si aggiunge Sartiglia Comics dedicato alla rappresentazione della giostra con i fumetti. Infine i maxi schermi che dal 26 febbraio al 1° marzo, in piazza Eleonora e piazza Roma, trasmetteranno un ricco palinsesto di immagini della giostra equestre, interviste, video del passato e ricordi di Sartiglia”.