Al via il seminario dell’associazione ABiCi sul contrasto al disagio giovanile causato dal COVID

Le nuove generazioni sono tra le categorie che maggiormente hanno patito le conseguenze dell’emergenza pandemica. Privati improvvisamente della possibilità di vivere  relazioni sociali e condurre un’esistenza normale, i giovani, più di altri, hanno pagato in termini personali e psicologici l’attuale crisi.

In tale quadro a tinte fosche per gli adulti del domani, le associazioni, in particolar modo giovanili,  possono svolgere un ruolo essenziale nel contrasto agli effetti della crisi pandemica.

Di tale sfida per il futuro si discuterà nel corso del seminario internazionale “Youthrise: crisis management and self-motivation of young people practices”, ideato e realizzato dall’associazione sarda ABiCi, che si svolgerà a Cagliari con la partecipazione di organizzazioni provenienti da Italia, Lettonia, Serbia, Slovenia, Olanda, Portogallo, Polonia.

LEGGI ANCHE:  Guerra in Ucraina: proteggere le donne da violenza e sfruttamento sessuale.

Partendo dalle rispettive esperienze nei settori della formazione, dall’animazione e della cultura i 22 delegati internazionali discuteranno delle metodologie più efficaci nel contrasto agli effetti del covid sulle nuove generazioni.

Le attività, che si avvarranno dell’apporto di formatori, psicologi e uomini di sport, consisteranno di laboratori, giochi di ruolo, simulazioni.