Agricoltura, Coldiretti: “Servono 100 miliardi di euro”.

Si iniziano a lanciare nuovi appelli alle istituzione Ue e, in particolare, al nuovo Parlamento europeo, colegislatore Ue, che, dal 2025, inizierà il proprio percorso per la proposta di rimodulazione delle risorse del prossimo bilancio dell’Ue.

Fondi da rivedere per sostenere la competitività dei Paesi Ue nel mercato globale, come nel caso dell’agricoltura: “La Pac in Europa – ha dichiarato il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini – vale 386 miliardi di euro in totale fino al 2027. Trentacinque miliardi di euro in Italia. A chi dice che la Politica agricola comune pesi troppo sul bilancio europeo serve ricordare che negli Usa il Farm bill vale 1400 miliardi di dollari in dieci anni mentre la Cina attualmente produce il 70% in più dell’intera produzione agricola dell’Unione Europea.  Per stare al passo con la sfida geopolitica servono 100 miliardi di euro in più per la Pac. Alla nuova Commissione europea chiediamo di accompagnare lo sviluppo del settore, investendo concretamente su innovazione e sostenibilità”.

“Chiediamo all’Europa anche di introdurre il principio di reciprocità – aggiunge Prandini -. Le stesse regole che vengono imposte alle aziende italiane devono valere per tutti i prodotti provenienti dagli altri Paesi. Se così non accade si traduce in concorrenza sleale. Il tema del caporalato di cui si dibatte molto è strettamente connesso a questa emergenza”, conclude.

LEGGI ANCHE:  Produzione agricola: aumento del valore del 19% alimentato dall’impennata dei prezzi.