63 milioni per gli infermieri nei Pronto Soccorso. Nursing Up: “Traguardo raggiunto dopo nostre battaglie”.

E’ in arrivo una indennità per gli infermieri italiani impegnati nei Pronto Soccorso. A confermarlo lo stanziamento di 63 milioni di euro, rientranti nel nuovo piano del Fondo Sanitario, annunciato recentemente dal ministro della Salute, Roberto Speranza: “Medici, infermieri e professionisti sanitari dei Pronto Soccorso affrontano quotidianamente l’emergenza e lavorano sovente in condizioni di stress. Per questo ho proposto che dal prossimo anno venga aggiunta alle loro retribuzioni un’indennità accessoria”.

Un riconoscimento accolto positivamente dal sindacato Nursing Up, da sempre in prima linea per la difesa dei diritti degli infermieri italiani: “Siamo stati il sindacato che lo scorso 18 settembre ha aperto, pubblicamente, con un proprio comunicato stampa, la campagna per denunciare apertamente l’emorragia di personale dai pronto soccorso e per chiedere urgenti soluzioni, finalizzate alla valorizzazione dei tanti colleghi.  Fummo tra i primi a raccontare le particolari condizioni di lavoro degli infermieri e degli altri operatori dipendenti del SSN, anche attraverso l’opera di denuncia delle nostre delegazioni locali”. 

LEGGI ANCHE:  Sanità, Nursing Up: "I dati INAIL raccontano la nostra “vita di inferno”. Ecco il bollettino di guerra degli infermieri italiani". 

Con molta probabilità, ricordano dal sindacato, la nuova indennità sarà calcolata su base oraria.