Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Procede la campagna di vaccinazione anti-Covid in Gallura: 50.000 dosi somministrate. - Sardegnagol

Procede la campagna di vaccinazione anti-Covid in Gallura: 50.000 dosi somministrate.

Da domani, nell’hub vaccinale di Olbia, si proseguirà con la vaccinazione degli over 80 (nati sino al 1941) che non fossero ancora stati vaccinati per motivi personali o di salute. Gli ultraottantenni che, per qualsiasi motivo, non avessero ancora ricevuto la somministrazione del vaccino anti-Covid 19 possono sempre contattare il proprio medico di famiglia o recarsi direttamente presso l’hub vaccinale di Olbia, senza alcuna prenotazione.

Tra le categorie vaccinabili all’hub di Olbia, ricordano dall’Assl Olbia, rientrano i soggetti estremamente vulnerabili e gravi disabili (secondo L. 104, Art.3-comma 3) e i loro caregiver, conviventi (reali), dotati di documentazioni che attesti il rapporto di assistenza/convivenza, provenienti da tutto il territorio gallurese.

Assl Olbia
Assl Olbia

Inoltre, compatibilmente con le dosi di vaccino disponibile, si proseguirà con la vaccinazione degli over 70 (nati sino al 1951), provenienti da tutti i comuni della Gallura. Nell’hub vaccinale del Comune di Tempio Pausania, invece, la giornata di lunedì sarà dedicata alle seconde dosi, mentre martedì si somministreranno le dosi ai soggetti fragili (oltre trecento) convocati dai medici di medicina generale.

LEGGI ANCHE:  Ripartono i corsi formativi per OSS, parrucchieri ed estetiste.

Attualmente, confermano dall’Assl Olbia, i vaccini a mRNA (Pfizer/BioNTech o Moderna), sono destinati ai soggetti estremamente vulnerabili e categorie vaccinabili con età inferiore ai 60 anni (dal 1962 fino a minimo 16 anni con Pfizer e 18 anni con Moderna), mentre i vaccini a vettore virale (Astrazeneca-Vaxzevria, Janssen J&J), sono destinati ai soggetti con età superiore ai 60 anni (sino ai 79 anni), ai fragili non estremamente vulnerabili, in sani, in care giver o conviventi di disabili.