Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Arriva l'Hellas, Leonardo Semplici: "Cattiveria e desiderio di rivalsa". - Sardegnagol

Arriva l’Hellas, Leonardo Semplici: “Cattiveria e desiderio di rivalsa”.

Nella gara di oggi contro l’Hellas, la prima tegola per il Cagliari di Leonardo Semplici arriva dal reparto difensivo vista l’assenza di Luca Ceppitelli, out a causa di un problema al polpaccio: “Dispiace per la sua assenza”. Sarà disponibile invece, nonostante gli impegni degli ultimi giorni con la Nazionale, Razvan Marin.

Sosta internazionale che ha permesso al tecnico fiorentino di lavorare con quasi tutta la rosa al completo: “In questi dieci giorni abbiamo cercato di migliorare i principi che avevo trasferito alla squadra al mio arrivo, con l’intenzione di fare partite con un piglio ancora più forte. Già da domani vorrei vedere una mentalità e un’idea precisa di gioco, contro un avversario che sta facendo un grande campionato”.

LEGGI ANCHE:  Scontro salvezza a Crotone, Semplici: "Buttare il cuore oltre l'ostacolo".
Leonardo Semplici, foto Cagliari Calcio/Valerio Spano
Leonardo Semplici, foto Cagliari Calcio/Valerio Spano

Ospiti da non sottovalutare data l’attuale posizione in classifica dei rossoblù, il cui passo falso potrebbe aumentare esponenzialmente le ambizioni sarde per la corsa salvezza, sempre più compromessa dopo gli ultimi risultati negativi rimediati in campionato, specialmente nell’ultima trasferta contro lo Spezia: “Rispettiamo l’Hellas, è una compagine di valore, che da anni lavora con lo stesso allenatore e grazie anche alla sua mentalità riesce a rendere la vita difficile agli avversari e a disputare ottime prove. Con i ragazzi abbiamo analizzato le loro caratteristiche: dobbiamo scendere in campo con un atteggiamento agguerrito, con la voglia di dimostrare quel che finora non siamo riusciti a far vedere. Mi aspetto una partita aggressiva e determinata da parte nostra. Per noi è una gara importantissima, sarà vitale portare a casa il risultato”.

LEGGI ANCHE:  Cagliari, un pareggio che vale come una vittoria.

Partita dove bisognerà tirare fuori gli attributi per il tecnico fiorentino: “L’umore è buono e la rabbia per il mancato risultato di La Spezia deve rimanerci dentro, dobbiamo sfogarla sul campo, non solo a parole. Bisogna avere quel desiderio di riscossa utile a far tirare fuori le qualità di questi giocatori. Al mio arrivo sono stato definito un normalizzatore ora mi sento più come un ‘incazzatore’, poiché sta a me far si che i ragazzi scendano in campo con una cattiveria e un desiderio di rivalsa. Bisogna lanciare il cuore oltre l’ostacolo”.

Ieri dopo l’allenamento di rifinitura il tecnico ha confermato, infine, la lista dei convocati. Saranno 22 i giocatori a disposizione di Semplici per la gara casalinga contro l’Hellas di Juric: Aresti, Godin, Nainggolan, Marin, Simeone, Joao Pedro, Deiola, Klavan, Calabresi, Nandez, Asamoah, Pereiro, Lykogiannis, Rugani, Zappa, Cerri, Cragno, Pavoletti, Vicario, Duncan, Walukiewicz e Carboni.

LEGGI ANCHE:  Come una Fiaba

22 convocati anche per l’Hellas Verona: Silvestri, Dimarco, Veloso, Faraoni, Lovato, Barák, Lazović, Salcedo, Udogie, Ilić, Ceccherini, Rüegg, Zaccagni, Berardi, Magnani, Pandur, Sturaro, Amione, Bessa, Tamèze, Colley e Lasagna.

foto Cagliari Calcio/Valerio Spano