Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Fitto casa: 3,8 milioni agli studenti universitari sardi. - Sardegnagol

Fitto casa: 3,8 milioni agli studenti universitari sardi.

La Giunta regionale ha stanziato 3,8 milioni di euro per i contributi del fitto-casa per l’anno accademico 2020 per gli studenti sardi che frequentano corsi universitari in Sardegna, nella Penisola o all’Estero.

Il sostegno, fanno sapere dall’Assessorato regionale alla Pubblica Istruzione, potrà essere erogato nella misura massima di 2500 euro annui per studente.

Secondo i dati relativi all’andamento dell’intervento riferiti ai bandi degli ultimi due anni accademici, gli studenti idonei per l’anno accademico 2018/2019 erano 719 per l’ERSU di Cagliari e 362 per Sassari mentre per l’anno accademico 2019/2020 sono stati 724 all’ERSU di Cagliari e 391 per l’ERSU di Sassari.

Potranno beneficiare del contributo fitto-casa gli studenti fuori sede nati in Sardegna o residenti nell’Isola da almeno 5 anni, iscritti per l’anno accademico 2020/2021 a corsi accademici istituiti presso Università italiane, corsi accademici istituiti presso Scuole o Istituti che costituiscono il Sistema dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM) per i corsi accademici istituiti presso le Scuole Superiori per Mediatori Linguistici, corsi accademici istituiti presso una qualsiasi Facoltà delle Università Pontificie e per i corsi istituiti presso Università estere, autorizzate a rilasciare titoli di studio aventi valore legale sul territorio in cui operano e/o su tutta la Comunità Europea.

LEGGI ANCHE:  Sassari-Olbia, Frongia: "Avvio lavori entro l'estate"

Per poter presentare domanda gli studenti dovranno dimostrare, inoltre, un ISEE del proprio nucleo familiare non superiore a 35mila euro.

Per coloro che frequentano corsi di laurea fuori dalla Sardegna, in caso di parità di punteggio, all’interno della stessa graduatoria, saranno soddisfatte prioritariamente le richieste di coloro che frequentano corsi di laurea non presenti nelle Università sarde. In caso di ulteriore parità, saranno presi in considerazione, nell’ordine, il minor indicatore ISEE e la minore età.

Il contributo, confermano dall’Assessorato, è cumulabile con i finanziamenti per la partecipazione ai programmi comunitari (Socrates o Erasmus) esclusivamente per i mesi trascorsi in sede.