Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Save a Fox il rifugio nel Minnesota per volpi scampate agli allevamenti

“Save a Fox”, il rifugio per volpi che appassiona il web.

Si chiamano Finnegan, Dixie, Vixie, Nikita, Leo, Skizo, Dakota e sono alcuni dei 50 ospiti a quattro zampe di “Save a Fox”, il rifugio nel Minnesota (USA) per volpi scampate agli allevamenti per pellicce, che accoglie oggi anche gatti, coyote, cavalli, puzzole e perfino un serpente. Il più famoso tra loro è la volpe Finnegan, la cui inconfondibile risata ha conquistato i cuori di milioni di persone contribuendo a rendere “Save a Fox” conosciuto in tutto il mondo.  I video e le pagine social che raccontano la vita quotidiana degli inquilini dell’oasi faunistica, infatti, sono seguiti ogni giorno da decine di migliaia di persone. Dietro l’atmosfera allegra e giocosa delle immagini, tuttavia, vi sono sacrifici, impegno e le storie di animali scampati miracolosamente al mattatoio o impossibilitati a vivere in natura.

LEGGI ANCHE:  "Volevo solo vendere la Pizza". Intervista all'autore Luigi Furini

Abbiamo intervistato Mikayla Raines, la responsabile del centro, per conoscere meglio “Save a Fox” e anche confrontarci con lei su temi come diritti degli animali e mercato delle pellicce.

Ciao Mikayla e grazie per aver accettato di rispondere alle nostre domande. Quando è stato creato “Save a Fox”?

<< Nel 2017.>>

Quanti animali ospita?

<< Attualmente fino a 50.>>

Quanti volontari collaborano con il vostro centro?

<< Abbiamo un’assistente manager Mari che collabora regolarmente con il centro. Per il  resto i nostro volontari sono occasionali. Ne abbiamo avuti centinaia, ma pochissimi di questi sono ritornati con costanza. Tuttavia sono sempre tutti molto apprezzati.>>

La volpe Finnegan è diventata uno degli animali più popolari su youtube. Qual è la sua storia?

LEGGI ANCHE:  'Lanthimos', il nuovo singolo di Delmoro

<< Finnegan è stato salvato quando aveva circa 6 mesi.>>

Molte delle tue volpi provengono da allevamenti di animali da pelliccia, come riesci a salvarle?

<< Li salvo rispettando gli allevamenti da pelliccia e mantenendo con queste strutture un rapporto amichevole. Non sono persone cattive. Semplicemente non vedono gli animali come fanno gli animalisti. Riusciamo a salvare le volpi che non ce la faranno o non hanno una pelliccia di buona qualità.>>

Qual è, secondo te, l’atteggiamento dell’opinione pubblica in Minnesota e negli Stati Uniti riguardo al mercato delle pellicce?

<< Non abbiamo più bisogno della pelliccia. È un mercato già morente. Tutto ciò che dobbiamo fare è smettere di acquistare nuovi prodotti in pelliccia.>>

In che modo i nostri lettori possono aiutare a supportare il tuo centro?

LEGGI ANCHE:  'Jeff il Gioco delle ossa'. Lo spettacolo ispirato a Jeffrey Dahmer, il mostro di Milwaukee

<< I lettori possono supportare seguendo, condividendo e donando. Forse anche volontariato! Interagire con i post che pubblichiamo sui social media ci aiuta a raggiungere un pubblico più ampio!.>>

Abbiamo già detto di Finnegan ma con lui ci sono anche altri ospiti famosi e popolari . Chi di loro ama di più le attenzioni dei visitatori?

<< La volpe Dixie è la più socievole con i suoi fan. A volte si siede persino sulle loro teste!.>>

Un’ultima domanda. Quanto è difficile capire il linguaggio delle volpi?

<< Non così difficile come il capire la complessità delle persone.>> (ride n.d.r.)

Chi volesse conoscere meglio o sostenere “Save a Fox”, troverà nel sito internet del centro tutte le informazioni e indicazioni del caso.

Foto Credits: “Save a Fox Rescue”