Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Eusebio Di Francesco: "Lavoriamo sull'identità della squadra". - Sardegnagol

Eusebio Di Francesco: “Lavoriamo sull’identità della squadra”.

Archiviato il pareggio contro il Sassuolo il Cagliari si appresta ad ospitare la Lazio di Simone Inzaghi. Un avversario di tutto rispetto per il tecnico Eusebio Di Francesco: “La Lazio è una squadra con diversi elementi di spicco. Naturalmente tutti parlano di Immobile perché è il cannoniere, io vorrei porre l’attenzione su Luis Alberto, un assist man capace di mandare in porta i compagni in ogni situazione di gioco”.

Ospiti particolarmente temibili, non solo per la qualità in campo ma anche per l’affiatamento tipico di un gruppo rodato come quello biancoceleste: “I giocatori della Lazio giocano insieme da anni con lo stesso allenatore: un vantaggio ma non significa che il risultato sia deciso in partenza. Metterò in campo la formazione che mi darà più affidabilità e garanzie – ha aggiunto il mister rossoblù -, tenendo presente che le cinque sostituzioni mi permettono di modificare l’assetto in qualsiasi momento”.

LEGGI ANCHE:  Spal-Cagliari. Inseguendo la prima vittoria dell'era Zenga

Nel corso dell’odierna conferenza stampa Di Francesco ha avuto modo di esprimere le prime considerazioni sull’arrivo del “Faraòn”, Diego Dodin: “Lo volevamo fortemente, sono contentissimo del suo arrivo: Diego è arrivato con tanto entusiasmo. Per la partita di domani sarà convocato ma devo valutare il suo impiego dal primo minuto: nell’ultimo periodo si è allenato poco con la palla, però già nell’allenamento di oggi è entrato in sintonia con i meccanismi”.

L’occasione delle dichiarazioni pre gara permette di cogliere le prime sensazioni del tecnico sul suo Cagliari: “Ho lavorato molto sull’identità della mia squadra. In questa fase si stanno aggiungendo nuovi giocatori ed è importante provare ripetutamente e lavorare sui principi di gioco. Contro il Sassuolo nelle fasi iniziali non mi è piaciuto l’approccio della squadra, siamo stati poco aggressivi e non siamo stati bravi nell’aggredire i portatori di palla, ma siamo migliorati col passare dei minuti. Dobbiamo evitare di far palleggiare troppo l’avversario”.

LEGGI ANCHE:  Come una Fiaba

Sulle voci di mercato e, in particolare, sul possibile ritorno del Ninja e della partenza di Joao Pedro, Di Francesco ha tagliato corto: “Queste domande non mi piacciono. Nainggolan non è un giocatore del Cagliari e pensare a lui può creare confusione in questa fase. Joao è il capitano della mia squadra e domani sarà in campo dal primo minuto. Ad oggi – ha proseguito il tecnico pescarese – ho la certezza che resterà con noi”.

foto Cagliari Calcio