Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com David Sassoli: Il futuro della Bielorussia può essere deciso solo dai suoi cittadini - Sardegnagol

David Sassoli: Il futuro della Bielorussia può essere deciso solo dai suoi cittadini

Durante la riunione straordinaria del Consiglio europeo sulla situazione in Bielorussia è intervenuto il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli: “Il futuro della Bielorussia può essere deciso solo ed esclusivamente dai suoi cittadini nel quadro della normale dinamica democratica e nel rispetto delle libertà, non sarebbero tollerabili interventi esterni nella crisi che attraversa il paese”.

Le probabilità di assistere ad una escalation di attività repressive e militari nel Paese del Presidente Alexsander Lukashenko, sono molto forti per Sassoli, che ha evidenziato, nel corso del suo discorso, la preoccupazione per i cittadini europei: ” Tutti gli europei sono preoccupati, allarmati e i nostri sentimenti saranno confermati anche nelle conclusioni di questo Consiglio. Penso siate tutti d’accordo che sia nostro compito fare il possibile per fermare questa violenza, e consentire che i responsabili rispondano delle loro azioni davanti alla giustizia”.

David Sassoli, Charles Michel, foto Copyright: European Union
David Sassoli, Charles Michel, foto Copyright: European Union

“A Minsk e nelle altre città – ha aggiunto Sassoli -, cittadine e cittadini si battono per valori che conosciamo bene, perché sono a fondamento della nostra Unione: dignità della persona, rispetto dei diritti umani, libertà, democrazia. Ritengo che sia nostro dovere, non solo come vicini e amici, ma soprattutto come rappresentanti di istituzioni democratiche aiutare i cittadini bielorussi nel loro cammino verso la loro autodeterminazione e decidere con fermezza le conseguenze per coloro che commettono violenza”.

LEGGI ANCHE:  Agricoltura in UE, Číž: "Sostegno ai giovani agricoltori"

Sassoli ha, inoltre, espresso il proprio parere favorevole circa l’adozione di misure sanzionatorie verso la Bielorussia, considerandole come “un importante strumento a disposizione dell’Unione Europea” al quale “il Parlamento invita a farvi ricorso al più presto per accertare e punire le gravi violazioni dei diritti umani, considerando anche l’opportunità di intervenire congelando il patrimonio di coloro che stanno abusando del loro potere e violando le libertà fondamentali dei cittadini”.

foto Copyright European Union.