Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com La nuova ordinanza del Governatore Solinas - Sardegnagol

La nuova ordinanza del Governatore Solinas

Con l’Ordinanza n. 27 il Presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, ha disposto il timing per la ripresa dei voli dagli aeroporti di Alghero, Cagliari e Olbia. Dal dal 3 giugno 2020 riprenderanno i collegamenti aerei in continuità territoriale verso Roma Fiumicino e Milano; dal 13 giugno 2020 i collegamenti aerei con i restanti aeroporti nazionali; dal 25 giugno 2020 i collegamenti aerei con tutti gli aeroporti internazionali, fatta salva la verifica dell’andamento della curva epidemiologica.
I collegamenti marittimi internazionali di passeggeri potranno riprendere operatività a decorrere dal 25 giugno 2020. Le disposizioni dell’ordinanza saranno in vigore dal 3 al 14 giugno.

L’ordinanza dispone ancora che tutti i soggetti che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in
Sardegna, a prescindere dai luoghi di provenienza e al solo fine di monitorare gli ingressi e le permanenze su tutto il territorio regionale, sono tenuti a registrarsi prima dell’imbarco utilizzando un modello da compilare ed inviare esclusivamente per via telematica  o mediante l’applicazione “Sardegna Sicura”, scaricabile dagli app-store per sistemi operativi iOS e Android progettata con funzionalità di contact tracing su base volontaria.
Ciascun passeggero dovrà presentare copia della ricevuta di avvenuta registrazione unitamente alla carta d’imbarco e ad un documento d’identità in corso di validità.

Alle compagnie aeree o marittime, spetterà la verifica dell’avvenuta registrazione.
A decorrere dal 3 giugno 2020, tutti i viaggiatori in arrivo in Sardegna sono tenuti a sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea; qualora questa risultasse pari o superiore a 37,5 gradi, il personale sanitario preposto presso l’autorità aereoportuale o l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna provvede ad attivare le procedure di cui alla determinazione del Direttore Generale della Sanità n.159 del 4 marzo 2020;

Per effetto dell’ordinanza 27, ancora, sono prorogate,  le disposizioni di apertura delle attività già consentite dalle
ordinanze nn. 20 del 2 maggio 2020, 22 del 13 maggio 2020, 23 del 17 maggio 2020 e 26 del 29 maggio 2020, fino al 14 giugno 2020. Sono altresì prorogate, fino alla medesima data del 14 giugno 2020, le attività di aviazione generale negli aeroporti dell’intero territorio regionale, già consentite con la richiamata ordinanza
n. 23 del 17 maggio 2020.

Nell’ambito del territorio regionale, sulla base della pubblicazione da parte del Ministero della Salute degli indicatori previsti dal D.M.S. in data 30 aprile 2020,  fermo restando il divieto di assembramento e il rispetto del distanziamento personale, sono consentite le attività di commercio al dettaglio in sede fissa, commercio su aree pubbliche (mercati, posteggi fuori mercato e chioschi) agenzie di servizi (a titolo di esempio, agenzie di viaggio e agenzie immobiliari); ancora i servizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività, anche artigianali o
in circoli privati, che prevedono l’asporto e il consumo sul posto (a titolo esemplificativo bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie); attività turistiche relative alla balneazione; strutture ricettive alberghiere, strutture ricettive all’aria aperta (campeggi) alloggi in agriturismo; commercio al dettaglio; commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti); uffici aperti al pubblico, pubblici e privati, studi professionali e servizi amministrativi; manutenzione del verde; attività di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura; tirocini extracurriculari a mercato, laddove il soggetto promotore, quello ospitante e il tirocinante concordino sul riavvio del tirocinio, ferma restando la possibilità di avviare o proseguire il percorso formativo con modalità a distanza; il tirocinio in presenza deve essere svolto, in ogni caso, nel rispetto delle indicazioni tecniche e operative definite nelle linee guida nazionali o nei protocolli regionali previsti per il settore; noleggio veicoli ed altre attrezzature; informatori scientifici del farmaco; aree giochi per bambini; formazione professionale; enti lirico-sinfonici per attività relative a prove e registrazioni in assenza di pubblico, previa adozione di specifici protocolli di prevenzione validati dalle
competenti strutture sanitarie della Regione.

Dal 3 giugno 2020,ancora, è consentita la ripresa dei corsi individuali e delle attività formative delle scuole civiche di musica, dei corsi musicali privati individuali, delle attività formative musicali individuali effettuate da soggetti pubblici e/o privati.

Sull’intero territorio regionale è obbligatorio l’uso delle mascherine in tutti i locali aperti al pubblico. Tale obbligo vige anche nei luoghi all’aperto laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di almeno due metri, fermo restando il divieto di assembramento.

foto Sardegnagol riproduzione riservata, 2019 Gabriele Frongia

LEGGI ANCHE:  Ospedale San Martino, Alessandro Solinas: "Stop allo smantellamento dei reparti"