200mila euro ai comuni della Sardegna per l’istituzione di aree naturali protette.

La Giunta regionale ha stanziato 200mila euro per i comuni dell’Isola per l’istituzione e gestione di parchi, riserve e monumenti naturali, o di aree di particolare rilevanza naturalistica e ambientale.

Attualmente in Sardegna le superficie di aree protette è pari al 19,9% della superficie regionale, mentre il valore da raggiungere per il 2030, secondo la strategia europea sulla biodiversità, è del 30%.

Tra le Amministrazioni comunali finanziate per le attività preliminari all’istituzione di parchi, monumenti naturali o aree di particolare rilevanza naturalistica e ambientale, ci sono i comuni di Ballao, Goni e Armungia, per il Parco naturale regionale del Flumendosa (60mila euro), Arbus, per i monumenti naturali Monte Arcuentu e Casa del Poeta (40mila euro), Arzachena, per il percorso naturalistico Rio San Giovanni, mulino, area umida di Saloni (40mila euro), Guspini, per il monumento naturale Sa Rocca Incuaddigada (20mila euro), Seulo e Gadoni, per il monumento naturale Sa Stiddiosa (20mila euro) ed Esterzili, per il monumento naturale Santa Vittoria (20mila euro). 

LEGGI ANCHE:  “Volontariato: la rete delle eccellenze”. Il racconto di una giornata dedicata al terzo settore.

foto Pierluigi Dessi/Fondo Ambiente Italiano