18 Luglio 2000/18 Luglio 2019: Buon Compleanno TDM 2000.

Nascere in un’isola ti impone inevitabilmente una scelta: accontentarti di un piccolo mondo dai confini di acqua e sale o affrontare i rischi della navigazione. Il 18 luglio di 19 anni fa veniva “messa in mare” un’imbarcazione piccola e instabile, priva di una vera e propria rotta, ma con la prua tenacemente rivolta verso il mondo. A quel precario natante venne dato il nome di TDM 2000, acronimo di “Terra di Mezzo”. Un omaggio all’opera di Tolkien le cui suggestioni parevano un antidoto alla noia della quotidianità nella periferia d’Europa in cui ci si trovava. Gli inizi, fatti di tanto entusiasmo e altrettanta ingenuità, furono incerti e in diverse circostanze la TDM 2000 parve sul punto di concludere anzitempo la sua esistenza. Ciò, tuttavia, non capitava mai perché, fin da subito, sarebbe emersa l’autentica caratteristica vincente della TDM 2000: la capacità di trasformare la criticità in opportunità di crescita. Per un membro che lasciava altri tre gli sarebbero subentrati; si veniva cacciati dall’ufficio nell’Università di Cagliari ma ci si apriva all’Europa e alla mobilità internazionale; si era ignorati dal mondo locale ma si creavano reti con Istituzioni e organizzazioni internazionali.  

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili, DiscoverEU: oltre 60 mila abbonamenti per esplorare l'Europa.

Nel corso degli anni la TDM 2000, grazie a tale caratteristica marchiata a fuoco nel suo DNA, è cresciuta passando dagli iniziali banchetti universitari ai tavoli da riunione del Parlamento Europeo. Un percorso fatto di un numero via via crescente di progetti e attività realizzati, letteralmente, in ogni parte del mondo a cui hanno partecipato migliaia di persone di ogni etnia, religione e cultura.

Dopo anni di duro lavoro la TDM 2000 è ormai una realtà consolidata e riconosciuta a ogni livello nei settori dell’educazione non formale e della mobilità culturale internazionale. Della piccola e incerta associazione creata nell’estate del 2000 restano oggi i due fondatori principali: Luca Frongia e Angelica Perra. Accanto a loro un gruppo di persone, cresciuto nel tempo, che comprende professionisti ed esperti altamente qualificati nel settore della formazione e della progettazione. Per il suo diciannovesimo compleanno facciamo quindi alla ”piccola imbarcazione”, nel frattempo rinforzatasi e ingranditasi, l’augurio più prezioso di tutti: Mantenere la prua verso le medesima direzione stabilita 19 anni fa. Il viaggio deve continuare.

LEGGI ANCHE:  Abbasanta-Olbia. 14,5 mln per i lavori di completamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.